Lo statuto del Circolo

STATUTO

COSTITUZIONE E FINALITA’

Art. 1
In data 5 febbraio 1995, per volontà espressa dall’Assemblea dei Soci e nel ricordo della società scacchistica e damistica “Angelo Viterbi” degli anni ’20 e del Circolo Scacchistico Mantovano degli anni ’70, è costituito il sodalizio che prende la denominazione di Circolo Scacchistico Mantovano.
Art. 2
La società non ha fini di lucro e gli utili saranno reinvestiti per il perseguimento esclusivo dell’attività istituzionale.
L’attività sociale è estranea ad ogni influenza di religione, di politica e di razza.
La Società ha lo scopo di promuovere l’apprendimento, lo sviluppo dell’attività scacchistica con finalità di agonismo sportivo, ricreativo e culturale.

SOCI

Art. 3
Possono essere iscritti alla Società cittadini italiani e stranieri senza discriminazioni sociali, politiche, razziali e di religione.
Art. 4
L’iscrizione avverrà senza formalità con la presentazione di un socio già aderente.
Art. 5
Si ottiene la qualifica di “Socio” dopo il versamento delle quote previste dai regolamenti interni della Società per il tesseramento.
Art. 6
La cessazione del diritto di Socio avviene per dimissioni o morosità.
Art. 7
Le quote annuali di adesione alla Società saranno fissate dall’Assemblea dei Soci che è l’unico organo che può modificarle.

ORGANI DEL CIRCOLO

Art. 8
Sono organi della Società, con tutti gli oneri previsti dal codice civile:
– l’Assemblea dei Soci;
– il Presidente;
– il Consiglio Direttivo.

ASSEMBLEA

Art. 9
L’Assemblea è costituita da Soci in regola con i versamenti relativi al tesseramento e può essere Ordinaria o Straordinaria. Quest’ultima è convocata secondo le esigenze della Società, mentre la prima è convocata obbligatoriamente ogni anno. Sono ammesse deleghe nella misura massima di due per ogni Socio.
Art. 10
La convocazione dell’Assemblea Ordinaria sarà effettuata dal Presidente della Società almeno una volta l’anno (con l’avvertenza che abbia luogo entro il mese di febbraio, dato che l’Assemblea annuale F.S.I. è prevista di norma per fine marzo); l’Assemblea Straordinaria può essere convocata per esigenze della Società da:
– il Presidente;
– il Consiglio Direttivo con voto di maggioranza;
– i Soci su richiesta firmata da almeno il 20% di loro.
Art. 11
L’Assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è valida con la presenza, anche per delega, della maggioranza dei tesserati; in seconda convocazione con qualunque numero di Soci presenti (la seconda convocazione può essere fissata anche a distanza di ore).
Art. 12
Spetta all’Assemblea:
# modificare lo Statuto (in questo caso solo un’Assemblea Straordinaria);
# approvare i bilanci consuntivo e preventivo;
# eleggere il Presidente;
# eleggere i Consiglieri;
# deliberare su iniziative e proposte inerenti la vita ed il funzionamento della Società (rimane facoltativa l’elezione dei Revisori dei Conti e del Collegio dei Probiviri).

PRESIDENZA

Art. 13
La Presidenza della Società sarà assunta dal Socio che abbia ottenuto, dall’Assemblea appositamente convocata, la maggioranza dei voti compresi quelli delegati. Il Presidente:
# dura in carica quattro anni senza limiti nel rinnovo dell’incarico;
# è il legale rappresentante della Società;
# è il responsabile della tenuta dei registri dei verbali di Assemblea, Consiglio Direttivo, Soci.


CONSIGLIO DIRETTIVO

Art. 14
Il Consiglio Direttivo sarà formato, oltre che dal Presidente, da sei Soci e dura in carica quattro anni (può essere eletto fra i componenti il Consiglio Direttivo un Vicepresidente). In caso di rinuncia all’incarico o di dimissioni subentra per surrogazione il Socio o i Soci secondo l’ordine dei voti ricevuti dopo l’ultimo eletto.

AFFILIAZIONE F.S.I.

Art. 15
La Società è affiliata alla F.S.I. – Federazione Scacchistica Italiana e accetta ad ogni effetto, per se e per i propri tesserati F.S.I., lo Statuto F.S.I., il Regolamento Organico, i Regolamenti Federali e di adempiere agli obblighi di carattere economico secondo le norme e deliberazioni federali. Agli stessi doveri di cui sopra sono tenuti tutti i soggetti tesserati F.S.I. a qualsiasi titolo.

VARIE

Art. 16
Per quanto non previsto valgono le disposizioni contenute nel codice civile italiano, in ordine alle norme che regolano comunità analoghe a quelle del presente Statuto.
IL SEGRETARIO DELL’ASSEMBLEA IL PRESIDENTE DELL’ASSEMBLEA
(Giuseppe Campioli) (Nicola Pietralunga)

Elenco degli 11 soci che hanno costituito il Circolo Scacchistico Mantovano:
MARINO AZZONI……………………………………….ALESSANDRO NIZZOLA…………………………………..
MAURIZIO BOTTARDI…………………………………GABRIELE OPPICI………………………………………….
GIUSEPPE CAMPIOLI…………………………………..NICOLA PIETRALUNGA……………………………………
FRANCESCO FORONI…………………………………..PIERO SCHIATTI……………………………………………
CLAUDIO GOLDONI……………………………………RENZO SGUAZZABIA……………………………………..
MARINO MARCHIO’……………………………………